mercoledì, novembre 19, 2008

Spiegatemelo come ad un bambino

Riassumiamo: A seguito di una mostruosa crisi di liquidità, il sistema bancario mondiale è entrato in forte crisi. Il che vuol dire, tra le altre cose, che le banche non hanno più soldi da prestare alle imprese. Le conseguenze sull'economia reale sono quindi immediate: impossibilità di pagare gli stipendi e le commesse, aziende che falliscono ecc. Fin qui tutto chiaro,fine del riassunto.

Ma mi spiegate perchè lo stato, sosterrà le banche con soldi liquidi, nella speranza che questi milardi vengano quindi rigirati alle imprese sotto forma di credito bancario?
Non sarebbe stato più intelligente creare un fondo statale modello Cassa depositi e prestiti a cui le aziende in difficoltà potevano accedere, a seguito della verifica di requisiti minimi?
Cioè, ora immaginiamo una banca che, grazie al sostegno statale riesce a tornare a galla. Secondo voi quanto sarà disposta a riprestare quei soldi ad una azienda che, in un periodo di recessione che questo, avrà altissimi rischi di fallire? Probabilmente quei soldi preferirà tenerseli in cassa, in attesa di tempi migliori.
E invece cosa c'era di meglio di un fondo apposito per il sostegno allo sviluppo? E' una proposta così assurda/sbagliata? Se c'è qualcuno laureato in economia mi sa spiegare cosa c'è che non va in un sistema di finanziamento diretto alle imprese da parte dello stato?

Sono in attesa.