giovedì, agosto 28, 2008

You'll never have friends like you did when you were young

Capita alle volte di ritrovarsi davanti al libro di cui si avrebbe bisogno, che parla di tutto quello che ti gira per la testa in quel periodo della tua vita.
Così è stato per me per "Circolo Chiuso", il seguito del bellissimo "La Banda dei Brocchi".
Il romanzo si dipana su due temi principali, il primo è quello della "Grande Storia", che travolge le vite private di tutti i protagonisti, e il secondo è il tema dell'impossibilità di dimenticare la propria adolescenza, i dolori e gli entusiasmi dell'epoca, nonostante si sia diventati adulti (di successo, falliti, felici o infelici che sia). E ancora una volta ci si trova terribilmente addolorati per come la storia si accanisca sui personaggi più buoni e adorabili (Steve, per cui credo Coe provi un gusto sadico a fargli succedere le peggiori cose verso la fine di ogni romanzo), e premi i più spregevoli.
Il romanzo si conclude in un tono quasi apocalittico, con la paura della fine del mondo evidente nelle ultime righe, nonostante il clima di intima serenità della nascita dell'amore tra Patrick e Sophie. Ma anche la Banda dei Brocchi si concludeva nella stessa maniera, eppure nessuna delle promesse della giovinezza si è poi avverata nei vent'anni successivi.

Claire, Philip, Doug, Benjamin mi mancherete. Ci si rivede tra vent'anni, quando Coe descriverà la vostra terza età.

"And I miss Tara and Melissa, Allen and John.
And you'll never have friends like you did when you were young."
The Elected - Greetings In Braille

Boomp3.com

lunedì, agosto 25, 2008

Le mie olimpiadi :

Scoprire che la Giamaica non ha una canzone reggae come inno nazionale.
Giuro che ci sono rimasto malissimo. Cioè, non pensavo che fosse una canzone di Marley, figurarsi, ma chessò, un qualcosa che in qualche maniera rimandasse a quei ritmi si.
E invece è uno dei tanti, un anonimo e indistinguibile inno.
Almeno noi abbiamo l'orrenda marcetta.

giovedì, agosto 21, 2008

Affinità e divergenze tra Russia di Putin e Germania di Hitler

La Germania 20 anni prima di scatenare la seconda guerra mondiale aveva subito una disastrosa sconfitta alla fine della prima guerra mondiale
La Russia 20 anni fa ha subito una disastrosa sconfitta alla fine della guerra fredda.

La Germania alla fine della guerra aveva iniziato un tormentato percorso democratico
La Russia dopo la fine della guerra aveva iniziato un tormentato percorso democratico

Adolf Hitler non abolì mai la costituzione repubblicana di Weimar
Vladimir Putin è capo del governo di una nazione formalmente democratica

La Germania nazista aveva annesso con il sostegno della popolazione l'Austria, per riformare la grande germania.
La Russia ha annesso, con il sostegno della popolazione locale l'Ossezia del sud e l'Abkhazia, suoi ex territori ai tempi dell'unione sovietica

La seconda guerra mondiale è iniziata con l'invasione della Polonia
Il prossimo centro della crisi Russia-Occidente sarà la Polonia

mercoledì, agosto 20, 2008

R.I.P.

Muxtape
March 2008 - August 2008

(A rifletterci bene, è durato anche più di quanto era lecito sperare)

lunedì, agosto 11, 2008

Some men are bigger than others

Nel post precedente avevo previsto che avrei visto il mare esclusivamente sotto le stelle. Come tutte le mie previsioni anche questa si è rivelata del tutto infondata, e ho finito per passare il mio primo giorno di ferie su una spiaggia dell'Adriatico.
Tra le centinaia di motivi che potrei elencare per spiegare il perchè della mia avversione verso il mare in questo post mi concentrerò sulle pance e sui fianchi degli uomini.
Quando vado a mare rimango incantato da queste tonde, gigantesche e piene pance nude.
Invidio le "maniglie dell'amore" dei papà che tengono per mano i loro figlioletti mentre le mogli sono a prendere il sole o attorniarsi intorno al vu cumprà, un po' per guardare le cianfrusaglie e un po' per guardare i loro fisici scultorei.
Incrocio i magri, guardo i palestrati e mi sembrano tutti così brutti. I palestrati in spiaggia sono quasi sempre soli. O con altri ragazzi come loro. Fanno tristezza, continuano a fare su e giù per chilometri fino allo sfinimento sperando che succeda qualcosa. E non succede mai nulla.
E invece le rotondità avvolgono sempre persone che sembrano semplicemente in pace con loro stessi e il mondo. Le rotondità sono per gente che non divorzierà mai. Che non metterà mai a rischio nulla, usando la loro pancia come scudo di tutte le inquietudini della vita moderna. Che, presumibilmente, si ritroverà da anziano in una casa di riposo non capendo come gli sia potuto succedere una cosa così spaventosa. Perchè gli uomini dimagriscono, prima o poi. Anche i più floridi e giganteschi uomini da vecchi raggrinziscono e si restringono.

E io, magro come un chiodo, li guardo e penso che, senza un filo di carne superflua, sono e sarò sempre senza un minimo di difesa. E forse anche per questo continuerò a perdere la testa per le ragazze morbide e generose, sono la mia difesa alla durezza irrimediabile del mio corpo.

venerdì, agosto 08, 2008

Ultimo pomeriggio di lavoro

Sono stanco morto. E' una settimana che torno a casa tardissimo e mi sveglio prestissimo. E quel che è peggio è che non c'è neanche di mezzo una donna a giustificare questi orari.
Ho un documento da finire e spedire prima di lasciare l'ufficio, ma quello che mi preoccupa di più è non sapere come fare a leggere in spiaggia il libro dell'estate
Però, se tutto va bene, durante la mia settimana di ferie in spiaggia ci andrò solo di notte.
La peggiore notizia della giornata è che il nuovo di Hofstadter non esce più questo mese ma a Novembre.
La migliore è che ho saputo il giorno in cui tornerò in Irlanda.