martedì, ottobre 23, 2007

Ode alla stagione dell'adolescenza

Oggi, durante la laurea di un'amico di liceo, è emersa una delle rarissime foto della mia adolescenza, durante una gita liceale. Il quadretto, raccapricciante a dire il vero, aveva però gli stessi colori della musica dei Canadians, quintetto veronese di bellissime speranze che sabato si è esibito al Demodè di Bitritto. Il tempo di registrare l'ennesima presenza di una brunetta a cui prima o poi troverò il coraggio di rivolgere la parola, e la band è sul palco con le sue gemme tratte dal disco d'esordio "A sky with no stars". A dire il vero sarei andato lì anche solo per sentire dal vivo la cover di "Like Dylan In The Movies" che me li aveva fatti conoscere qualche mese fa. Mi appresto ad iniziare il concerto pronto a salire sul palco nel caso non l'avessero suonata (come preannunciatomi dall'unica altra persona oltre me nella sala ad aver sentito il disco), e dopo un paio di pezzi quasi tutte le rughe e gli acciacchi dei presenti al concerto, come per magia, si trasformano in acne e turbamenti e sogni, forse le loro chitarre elettriche sono bacchette magiche camuffate. Quando dopo l'irresistibile Summer Teenage Girl capisco che il concerto volge al termine la voglia di ascoltare la cover dei Belle And Sebastian si libera in una richiesta non esaudita dalla band. Ma prima o poi riuscirò a convincerli a dedicarmela, ah se ci riuscirò!
Per il momento invece mi accontento di essermi innamorato perdutamente di Ode To The Season.

E per finire, l'angolo multimediale, con le immancabili foto della più grande fotoreporter di molfetta, e il delizioso video di Summer Teenage Girl.

venerdì, ottobre 12, 2007

webduezzeroanchio

  • Il mio feedreader ha accolto il suo primo tumblr. Riesco a leggere con attenzione si e no un terzo dei post.
  • Essere in una multinazionale significa essere colleghi di blogger di un certo livello
  • Recentemente ho riletto le mail che mi scambiavo con un'amica otto anni fa, prima di rovinare tutto grazie alle mie, già allora presenti, capacità suicide. Quando, e se, tra 10 anni rileggerò quello che scrivo su questo blog, in nessun modo sarà in grado di raccontarmi quello che sono oggi, anno domini 2007, come quelle mail. Innocenti, ingenue, ma sopratutto sentite.
  • Lasciatemelo dire, anche se sono monotono. Sembra che i Radiohead abbiano inventato una nuova modalità di distribuzione della musica, e invece va ricordato che il PRIMO disco rilasciato esclusivamente su internet, tra l'altro in maniera totalmente gratuita, era degli Smashing Pumpkins. Si chiamava Machina II , e spaccava.

martedì, ottobre 02, 2007

Primo Teorema delle Notti Bianche

Il numero di persone presenti non influenza la possibilità di incontrare le vostre vecchie ferite di tutta una vita durante la serata, che con una probabilità pari al 100% si presenteranno in ordine cronologico davanti ai vostri occhi.

Primo corollario: Con la stessa probabilità incontrete anche le persone per cui voi siete delle ferite. E inevitabilmente vi renderete conto che loro, come sarebbe sano fosse anche per voi, oramai sono felici.

Secondo corollario: Le uniche persone che non riuscirete a trovare saranno quelle con cui vi eravate dati appuntamento

Terzo corollario: I blogger si incontrano sempre (Specie quando sono dei giganti buoni avvistabili a chilometri di distanza)