sabato, settembre 01, 2007

I wish I had a horse's head, a tiger's heart

Mi è capitato più volte di farci caso, ma in questi giorni mi sembra più evidente (e impressionante) che mai, la differenza tra i miei atteggiamenti, e il mio modo di essere sul lavoro e nella vita privata.
Mi sembra davvero che, tanto sia indiscutibilie la mia sicurezza, la mia testardaggine nell'impormi, la voglia di farmi valere fino a scatenare vere e proprie battaglie di potere con i miei superiori, e ammettiamolo, la bravura nel fare il mio lavoro, così sia altrettanto indiscutibile il fatto di essere debole, insicuro, assolutamente imbranato e incapace nei rapporti privati, dove finisco regolarmente per farmi schiacciare da svariati sensi di colpa, di inferiorità, di vittimismo, e chi più ne ha più ne metta. La verità è che nel lavoro è tutto più semplice, è tutto basato esclusivamente sul cervello, nessuno mi può fregare grazie ad i sentimenti, chi è più bravo di me lo rispetto e lo stimo, punto.
Non c'è, su un luogo di lavoro, il rischio di fare soffrire nessuno, ed ammetto che la cosa che ancora faccio fatica ad accettare è che sono in grado di fare soffrire le persone, l'ho fatto in passato e lo farò sicuramente nel futuro, ma la paura di ferire mi blocca e mi rende l'inetto sentimentale che sono.
Il punto del discorso è che vorrei davvero avere un minimo di equilibrio tra i miei due Mr. Hyde, chissà magari per allora riuscirò a svegliarmi la mattina senza sentirmi il peso di una notte di angosce provenienti dall'inconscio.

5 commenti:

Gilthas ha detto...

Lasciala perdere, fìdati ;-)

Angela ha detto...

archiviabile nella sezione "gaetano e le pippe mentali" del capitolo "il masochismo&gaetano" del futuro best seller "gaetano: l'uomo e il mito".
e iamm gaetà!

Amaracchia ha detto...

Oh ecco...qlc che ha angosce simili alle mie...
Io son così emotiva e ansiosa che trasferisco tutto sul fisico, ogni screzio e ogni malumore.
Risultato: ho bruciori di stomaco da mesi e mesi...uff.

Zoe ha detto...

Sottoscrivo Gilthas. E poi ne abbiamo già parlato in vacanza.... :-)

Tazzozza ha detto...

bhe non è mica vero che sul lavoro è cosi facile, io da 8 anni o forse 10 combatto quotidianamente con l'incompetenza altrui...
ho provato di tutto,dare spiegazioni,correggere,rifare il lavoro ma niente...adesso siamo al paradosso "l'incompetente" sta mettendo mani al mio lavoro(vista la mia temporanea assenza) al mio ritorno mi toccherà correggere le correzioni ..sono a rischio cirrosi?